Concerto Natale 2017

     




Viaggi Sociali del MDA

        

Soci Sostenitori

 

Servizi

Psicosomatica: Il corpo grida quello che la bocca tace

Il nostro corpo ci invia di continuo messaggi che però rimangono inascoltati. Cerchiamo in tutti i modi di mettere a tacere questi messaggi con farmaci, terapie, pillole di qualsiasi genere. Ma i sintomi rimangono. Forse mutano d’aspetto, ma rimangono. I sintomi non sono altro che allarmi inviati dal nostro corpo. E proprio per questo motivo vanno accettati, ascoltati, compresi e non allontanati. Le malattie denominate psicosomatiche sono appunto quegli stati deboli che originano dalla psiche, dalla nostra mente: il soma, cioè il corpo, non ha nulla di rotto o malato… si rende solo veicolo di ciò che la nostra mente vuole tacere o non affrontare. E così originano mal di pancia senza causa, mal di testa che insorgono solo in determinate situazioni sociali, malattie della pelle inspiegabili. Ma a ben vedere tutto ciò che ha a che fare con il corpo è anche collegato con la mente. Tutte le malattie, quindi, hanno una componente mentale non irrilevante.

Leggi tutto...

Vi racconto come il pensiero può farvi ammalare o guarire

Enzo Soresi, tisiologo, anatomopatologo, oncologo, già primario di pneumologia al Niguarda di Milano. Nel libro Il cervello anarchico racconta casi di persone uccise dallo stress o salvate dallo choc carismatico della fede.

Dopo una vita passata a dissezionare cadaveri, a curare tumori polmonari, a combattere tubercolosi, bronchiti croniche, asme, danni da fumo, il professor Enzo Soresi, 70 anni, tisiologo, anatomopatologo e oncologo, primario emerito di pneumologia al Niguarda di Milano, ha finalmente individuato con certezza l’epicentro di tutte le malattie: il cervello. Negli ultimi dieci anni, cioè da quando ha lasciato l’ospedale per dedicarsi alla libera professione e tuffarsi con l’entusiasmo del neofita negli studi di neurobiologia, ha maturato la convinzione che sia proprio qui, nell’encefalo, l’interruttore in grado di accendere e spegnere le patologie non solo psichiche ma anche fisiche. C’era già arrivato per intuizione il filosofo ateniese Antifonte, avversario di Socrate, nel V secolo avanti Cristo: «In tutti gli uomini è la mente che dirige il corpo verso la salute o verso la malattia, come verso tutto il resto».

Leggi tutto...

Studentessa muore e si sveglia in obitorio: la sua esperienza di pre-morte

Una studentessa di informatica è stata sottoposta a un intervento chirurgico in Costa Rica dove è morta, ha vissuto nell'aldilà, poi è tornata nel suo corpo all'obitorio.

 DURANTE L'OPERAZIONE

Ho visto i medici che lavoravano velocemente su di me. ... Erano agitati. Hanno guardato i miei segni vitali e mi hanno fatto una rianimazione cardiopolmonare. Ognuno di loro ha cominciato a lasciare lentamente la stanza. Non ho capito perché si comportavano così. Tutto era tranquillo. Ho deciso di alzarmi. Solo il mio medico si trovava ancora sul posto, guardava il mio corpo. Ho deciso di avvicinarmi, ero in piedi vicino a lui, sentivo che era triste e che la sua anima soffriva. Ricordo che gli ho toccato la spalla, poi se n'è andato. Il mio corpo ha cominciato ad elevarsi ed elevarsi, posso dire di essere stata trasportata da una strana forza. È stato fantastico, il mio corpo stava diventando più leggero. Mentre passavo attraverso il tetto della sala operatoria, ho scoperto che riuscivo a muovermi ovunque volessi. Sono stata portata in un posto dove...

Leggi tutto...

L’intuizione non è un potere ma uno stato mentale

Non puoi gestire o decidere uno stato di grazia mentale come fosse un potere, una capacità del tuo essere, puoi solo ascoltare e “lasciar fluire” quelli che definisco i pensieri superiori, immagini e comprensioni che liberamente fluiscono, “arrivano” direttamente nella tua mente. Ma da dove, da Dio…? Dall’universo… dal Tutto…? Non ha molta importanza, sono solo nomi…conta solo la tua comprensione. Quando sei libero dalla mente ordinaria e dalle sue giravolte entri in uno stato di  rilassamento, sei in ascolto, in contatto con te stesso, con la parte più profonda e autentica del tuo essere.

Leggi tutto...

La comunicazione efficace per lo sviluppo delle relazioni funzionali - di Lolita Gulimanoska


Tutto il comportamento, e non soltanto il discorso,

 è comunicazione, e tutta la comunicazione 

compresi i segni del contesto interpersonale 

influenzano il comportamento.

 (P. Watzlawick)

Introduzione

La comunicazione è “conditio sine qua non” dell’ordinamento sociale. Comunicare però non significa parlare, o almeno non solo quello. Per trasmettere un messaggio in maniera efficace è necessario coinvolgere la persona in modo globale, non è sufficiente catturare la sua attenzione, per la quale basterebbe comprendere solo il contenuto a livello cognitivo. Ciò che è necessario è suscitare curiosità, ricordi, emozioni, vissuti pregressi etc., ovvero, le dimensioni emotive della persona.

Leggi tutto...

Consigli utili per i genitori - Dal libro “Curare con le Favole” di Manuela Greco


Bettheleim consiglia di raccontare la fiaba più che leggerla, affer-mando che le storie illustrate lasciano poco spazio all’immaginazio-ne del bambino su come egli stesso possa rappresentarsi il racconto ascoltato. Pensiamo ad esempio ai diversi modi con cui può essere immaginato un lupo. Allo stesso tempo per raccontare senza legge-re, anche l’adulto deve utilizzare la fantasia, lasciarsi trasportare, trasmettendo al bambino l’empatia e il sentirsi coinvolto.



Leggi tutto...

Traduttore

Letture Consigliate

    

Pagina Facebook

Contatore Visite

413776
oggioggi115
IeriIeri229
Questa SettimanaQuesta Settimana1277
Questo MeseQuesto Mese3841
TotaliTotali413776