Concerto Natale 2018

      




Viaggi Sociali del MDA

        

Soci Sostenitori

  

Servizi

Carattere energetico della preghiera

Così concepita, la preghiera riveste infine un carattere “energetico/energizzante”, in quanto risveglia le potenzialità interiori e ci apre al soffio dello Spirito. Lo possiamo ricavare da un passo della Lettera di Giacomo (5,16): «Molto rafforza la preghiera (deesis) energùmena del giusto». Il participio “energumeno” alla voce media sta a significare un evento tra attivo e passivo, e perciò indica come la preghiera ridesti delle energie insite nella persona umana, così da risultare fonte di forza (molto rafforza) e nel contempo riversi energie a opera della grazia cui dischiude l’accesso. Si tratta, come suona il termine deesis, di una preghiera che nasce dal bisogno e che quindi esprime di per sé apertura verso l’Oltre e accoglienza dei doni divini; preghiera per lo più avvalorata dal fatto che si sprigiona da un “giusto”, e pertanto da una persona integra che può interagire in modo ottimale con le energie divine.

Padre Antonio Gentili

Traduttore

Letture Consigliate

    

Pagina Facebook

Contatore Visite

518718
oggioggi162
IeriIeri207
Questa SettimanaQuesta Settimana1311
Questo MeseQuesto Mese3740
TotaliTotali518718