Concerto Natale 2017

     




Viaggi Sociali del MDA

        

Soci Sostenitori

 

Servizi

Carattere energetico della preghiera

Così concepita, la preghiera riveste infine un carattere “energetico/energizzante”, in quanto risveglia le potenzialità interiori e ci apre al soffio dello Spirito. Lo possiamo ricavare da un passo della Lettera di Giacomo (5,16): «Molto rafforza la preghiera (deesis) energùmena del giusto». Il participio “energumeno” alla voce media sta a significare un evento tra attivo e passivo, e perciò indica come la preghiera ridesti delle energie insite nella persona umana, così da risultare fonte di forza (molto rafforza) e nel contempo riversi energie a opera della grazia cui dischiude l’accesso. Si tratta, come suona il termine deesis, di una preghiera che nasce dal bisogno e che quindi esprime di per sé apertura verso l’Oltre e accoglienza dei doni divini; preghiera per lo più avvalorata dal fatto che si sprigiona da un “giusto”, e pertanto da una persona integra che può interagire in modo ottimale con le energie divine.

Padre Antonio Gentili

La preghiera - specchio dell’anima

Che la preghiera rivesta un carattere rivelativo del proprio mondo interiore cui dischiude l’accesso, può essere confermato ancora con un pensiero di Giovanni Climaco, il quale afferma: «La tua preghiera (ti manifesta) il tuo stato, ti manifesta a te stesso» (Scala del Paradiso, XXVIII, 191). Rientro in sé e apertura a Dio vengono di conseguenza a costituire due momenti correlati, come troviamo ripreso, a esempio, nel magistero di Angela da Foligno. A sua detta, la preghiera consiste nel «vedere Dio e se stesso» (Istruzione III, p. 456). «La preghiera non è altro che la manifestazione di Dio e di sé» (Ivi, p. 460). In precedenza aveva scritto: «Quando si verificò nell’anima mia l’inenarrabile manifestarsi di Dio, allora avvenne da parte della mia anima la manifestazione di se stessa» (Ivi, p. 394).

Quest’aspetto mostra come la preghiera autentica non abbia nulla di alienante: prima di raggiungere Dio o, meglio, proprio perché in definitiva orientata a Dio, la preghiera risulta molto umanizzante. Se il rientro in sé è via di accesso al Divino, l’apertura a Dio riconduce l’uomo a se stesso.

Padre Antonio Gentili

Preghiera - respiro dell’anima

La preghiera, come si è detto, viene in genere considerata il “respiro dell’anima”, data la sua profondità e la sua essenzialità. La valenza del respiro come via all’interiorità e ritmo vitale di preghiera, ha un suo fondamento biblico nel libro dei Proverbi (20,27), dove si legge: «Lampada del Signore è lo spirito (neshamah) dell’uomo, essa scruta le stanze del ventre» e quindi “fin nell’intimo”, come suona la traduzione italiana. Ciò fa del respiro il supporto naturale della preghiera profonda, nutrita della Parola divina. Citiamo Giovanni Climaco (ca. 575-650), monaco al Sinai, là dove prescrive: «Assumi la parola associandola indissolubilmente al tuo respiro» (Scala del Paradiso, IV, 42) e ancora: «Unisci la parola al tuo inspiro» (Ivi, XIV, 96), così da raggiungere lo stato di orazione, l’orazione continua che è un moto del cuore, un incessante “impulso” che lo zen esprime con il termine nen, i cui ideogrammi significano “Adesso, cuore”! «Sempre si può entrare in orazione», insegna il Catechismo della Chiesa cattolica, e «il cuore ne è il luogo»

Padre Antonio Gentili

Maria Madre nella Misericordia

Il culto di Maria Madre della Misericordia è il successivo elemento speciale della spiritua- lità di Santa Suor Faustina. Lo aveva im- parato fin dalla più tenera età, ma nella vita conventuale fu molto approfondito. Fu proficua non solo la spiritualità della Congregazione, la cui Patrona è Maria  Madre di Misericordia, ma anche il contatto molto personale con Maria. In molteplici apparizioni, visioni, incontri Maria mostrava a Suor Faustina il mistero della Divina Misericordia nella propria vita, le insegnava, la rafforzava e l’accompagnava nella missione profetica della Misericordia. Sono Madre per l’infinita Misericordia di Dio disse – Io non sono solo la Regina del Cielo, ma anche la Madre della Misericordia e la Madre tua (D. 330). Maria, per Suor Faustina, fu soprattutto Madre del Figlio di Dio – Misericordia Incarnata e per Misericordia di Dio anche madre di ogni uomo.

Leggi tutto...

Mistica e mistero

Mistica e mistero - Non è chi non veda come, alla luce della rivelazione cristiana, considerata la manifestazione piena dei misteri divini (così leggiamo nel prologo della Lettera agli Ebrei, 1,1-2), le tradizioni affermate in contesti a essa estranei possano ricevere luce per acquisire una più piena “verità”. Henri de Lubac (1896-1991), in Mistica e mistero (Milano 1979), parla di una mistica naturale e di una mistica soprannaturale. Quella naturale si traduce nella percezione del “mistero” (il Divino) e nel cammino iniziatico per attingerlo per via esperienziale attraverso l’ascesi (rinunce, osservanze, integrità di vita, abbandono, silenzio, preghiera, ecc.). La cosiddetta mistica soprannaturale, che si innesta in quella naturale e ne costituisce il pieno sviluppo, offre un quadro di riferimento compiuto, sottolineando una duplice dimensione: quella salvifica e quella cristologico-trinitaria.

Leggi tutto...

Le tre dimensioni della preghiera - Terza dimensione

Terza dimensione

A questo punto si dischiude la terza dimensione, quella mistica, che costituisce a un tempo il traguardo dell’orazione e della fede. Tutte le religioni o tradizioni spirituali puntano sull’unione (sponsale) tra umano e divino, su un vero e proprio “assorbimento” amoroso (per rifarci alla preghiera dell’“Absorbeat” cara a san Francesco) del primo nel secondo. Questo incontro d’amore implica il silenzio della creatura: una ricettività totale. Il Catechismo della Chiesa cattolica afferma che l’attenzione a Dio «è rinuncia all’“io”» (n. 2715). La beata Angela viveva una simile esperienza all’elevazione dell’Ostia: «...Statim fuit facta in anima operatio mirabilis, quae est operatio silentii; subitamente si verificò nell’anima un’esperienza mirabile, l’esperienza del silenzio» (p. 374).

Leggi tutto...

Traduttore

Letture Consigliate

    

Pagina Facebook

Contatore Visite

413776
oggioggi115
IeriIeri229
Questa SettimanaQuesta Settimana1277
Questo MeseQuesto Mese3841
TotaliTotali413776