Concerto Natale 2017

     




Viaggi Sociali del MDA

        

Soci Sostenitori

 

Servizi

La preghiera del cuore - Henri-Pierre Rinckel

« Chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvo »: in questa certezza proclamata dagli Atti degli apostoli è già raccolta una tradizione di preghiera che attraversa i secoli della Chiesa indivisa per assumere, presso le Chiese d'Oriente, la solennità di una metodica disciplina spirituale. Nel luogo naturale della preghiera, identificato con il cuore come centro fisico del corpo e principio stesso della vita, il monaco d'Oriente soddisfa il proprio desiderio di pienezza spirituale praticando un'orazione breve, pura e incessante che si nega al flusso anarchico dei pensieri e alla fatuità verbale, che rasserena lo spirito, che fa del Signore l'oggetto esclusivo di un'assorta meditazione.

Non, dunque, un'effusione di languori, ma, nella sua forma più evoluta (detta esica-smo), una sapiente tecnica meditativa che si nitida a un andamento ritmico, che domina il respiro e regola le positure del corpo, che incide nella memoria, con la martellante ripetizione di una scabra formula devota (« Signore Gesù, aiutami », e altre simili), la certezza dell'amore di Dio. La preghiera del cuore nella spiritualità orientale non solo delinea l'evoluzione storica di tale orazione, ma ne evidenzia il benefico influsso sull'uomo contemporaneo e la potenziale carica ecumenica: in fondo, anche il credente delle Chiese d'Occidente vive il sogno di essere, come Simeone il Nuovo Teologo, « ricolmo di grande gioia e inondato di calde lacrime ».


Traduttore

Letture Consigliate

    

Pagina Facebook

Contatore Visite

491139
oggioggi128
IeriIeri193
Questa SettimanaQuesta Settimana513
Questo MeseQuesto Mese3757
TotaliTotali491139